22% SALDI D'AUTUNNO

Konstantin Jegorowitsch Makowski ( * 1839 † 1915 )

Ritratto di Konstantin Jegorowitsch Makowski

Biografia di Konstantin Jegorowitsch Makowski

 

Un uomo di grande talento e abilità

Konstantin Yegorovich Makovsky è nato a Mosca il 2 luglio 1839. Il giovane artista è stato circondato dall'arte fin dalla più tenera età. Suo padre Egor Ivanovich Makovsky era un artista e un amante dell'arte e pittori famosi come Vasily Tropinin e Karl Bryullov visitavano spesso la loro casa.

Dal 1851 Makowski frequentò la Scuola di pittura e scultura di Mosca. I suoi studi hanno avuto molto successo ed è stato premiato con diversi riconoscimenti. Qui nacque il suo entusiasmo per il Romanticismo e gli effetti decorativi.

Nel 1858 andò a San Pietroburgo per continuare i suoi studi all'Accademia delle Arti e dopo soli due anni presentò annualmente le proprie opere alle mostre dell'Accademia.

Nel 1863 Makowski e altri tredici illustri diplomati si rifiutarono di dipingere un quadro per un determinato soggetto e lasciarono l'Accademia.

Negli anni '60 Makowski divenne membro dell'Artel di San Pietroburgo sotto la direzione di Ivan Nikolayevich Kramskoy. Le sue opere di questo periodo ("La vedova", 1865; "La venditrice di aringhe", 1867) erano cupe, eseguite con toni grigio terra, e dedicate a soggetti di vita quotidiana.

Nel 1870 Makowski visitò la Serbia e l'Egitto, dove si impegnò in una profonda comprensione del colore. Dopo questo viaggio, creò due dei suoi quadri più famosi, "Consegna del tappeto santo dalla Mecca al Cairo" (1875) e "I martiri bulgari" (1876). Spettacoli pittorici di esecuzione magistrale rivelano la superba resa del colore e della struttura delle sue opere.

Nel 1880 Makowski divenne un ricercato pittore di storia. Molti dei suoi quadri idealizzavano la vita in Russia nei secoli precedenti.

I quadri di Konstantin Makowski influenzarono il gusto artistico negli anni 80-90 del XIX secolo con il suo caratteristico stile di pitturaenergico, leggero, realistico, colorato e vivace, ma allo stesso tempo elegante e spettacolare. Rappresentante dell'accademismo, raffigurò scene di antica storia russa e dipinse ritratti per l'aristocrazia e l'alta borghesia ("Ritratto di S. L. Stroganova", 1864; "Ritratto della moglie dell'artista", 1881, "Ritratto di famiglia", 1882). Con la struttura trasparente, i colori nobili e l'attenzione ai dettagli e la brillantezza, i dipinti sono diventati molto richiesti.

I dipinti di Makovsky erano popolari sia in Russia, che in tutto il mondo. Espose all'Esposizione Internazionale di Parigi e vendette opere negli Stati Uniti.

Con il tempo, la buona reputazione di Makovsky scemò a causa della realizzazione di opere monotone e simili tra loro. Nel 1915, Makowski fu vittima di un incidente a San Pietroburgo, quando la sua carrozza si scontrò con un tram.

"Non ho lasciato che il mio talento dato da Dio andasse sprecato, ma non l'ho usato al meglio delle mie possibilità. Amavo troppo la vita e questo mi impediva di dedicarmi interamente all'arte" - così Konstantin Makowski concludeva la sua autobiografia, scritta nel 1910.

 

 ©COPIA-DI-ARTE.COM 

Falsi d'autore, stampe di quadri e dipinti dell' artista Konstantin Jegorowitsch Makowski

Shop | Scopri
Verso l'alto