Adolph Friedrich Erdmann von Menzel ( * 1815 † 1905 )

Biografia di Adolph Friedrich Erdmann

 

Artista altamente onorato

Adolph Friedrich Erdmann von Menzel nacque a Breslau, Prussia (oggi Wrocław, Polonia) l'8 dicembre 1815.

La famiglia si trasferì a Berlino e nel 1830 Adolph Friedrich ricevette una formazione litografica nella tipografia del padre. Dopo la morte di suo padre, Adolph Menzel prese in mano il laboratorio di litografia di famiglia e produsse anche illustrazioni e disegni a penna come modelli per le xilografie. La sua prima commissione importante fu di undici illustrazioni per il poema di Johann Wolfgang von Goethe "Künstlers Erdenwallen" nel 1833.

Menzel frequentò anche per breve tempo l'Accademia delle Arti di Berlino, ma decise di acquisire le competenze e le conoscenze di cui aveva bisogno da solo.

Divenne noto per le sue opere storiche realistiche. Ha illustrato la storia della Prussia e soprattutto scene della vita di Federico II e poi di Guglielmo I. Tra i dipinti più famosi di questo periodo ci sono: "Concerto per flauto di Federico il Grande a Sanssouci" (1852) e "La sala da ballo" (1878). Ha ottenuto la sua designazione di artista della pittura storica prussiana dopo essere stato incaricato di illustrare il libro "Storia di Federico il Grande" di Franz Kugler. Più tardi Menzel dipinse oggetti industriali, paesaggi, strade e altri soggetti come suggerisce l'opera "Il laminatoio" (1875).

L'influenza dell'Impressionismo fu anche evidente nelle opere di Menzel: "La stanza sul balcone" (1845) e "Notte nella foresta" (1851) ne sono alcuni esempi. Questa svolta verso l'Impressionismo avvenne in seguito al suo viaggio a Parigi.

Con la sua tecnica di pittura e il suo stile personale, Menzel era un artista in anticipo sui tempi. La libera espressione pittorica e le pennellate aperte trovarono solo più tardi il favore di un pubblico più vasto.

Nel 1870 Menzel ricevette l'Ordine Pour le Mérite (Classe della Pace), un premio statale portava che con sé un alto riconoscimento sociale.

Nel 1853 fu eletto membro della Royal Academy of Arts e nel 1856 fu nominato professore presso la stessa istituzione. Nel 1872 divenne membro onorario dell'Accademia delle Arti di Monaco. I suoi quadri furono esposti in tutto il mondo, ma soprattutto in Europa: a Berlino, Monaco, Dresda, Amburgo, Parigi, Venezia e Vienna. La sua fama crebbe con le sue numerose onorificenze e nel 1898 l'Alto Ordine dell'Aquila Nera nominò Menzel cavaliere. La sua città natale, Berlino, alla fine lo nominò cittadino onorario.

Il 9 febbraio 1905, Menzel morì a Berlino all'età di 89 anni. L'artista ricevette un funerale di stato, su ordine del Kaiser Guglielmo II, e la famiglia imperiale era presente al funerale.

 

© COPIA-DI-ARTE.COM

 

Falsi d'autore, stampe di quadri e dipinti dell' artista Adolph Friedrich Erdmann von Menzel

Verso l'alto